CORTE DI GIUSTIZIA DELLE COMUNITA’ EUROPEE

 

Ricorso proposto il 22 settembre 2007

Pachtitis/Commissione e EPSO

(Causa T-374/07)

 

(Pubblicato sulla GUUE n. C 283 del 24.11.2007)

Lingua processuale: il greco

Parti

Ricorrente: Dimitrios Pachtitis (Atene, Grecia) (rappresentanti: avv.ti P. Giatagantzidis, B. Niangou)

Convenuti: Commissione delle Comunitą europee e Ufficio europeo di selezione del personale

Conclusioni del ricorrente

— annullare la decisione dell'EPSO 27 giugno 2007 e il presunto rigetto tacito della domanda confermativa del ricorrente in data 10 luglio 2007, riguardanti il suo diritto di accesso agli atti dell'EPSO;

— ordinare all'EPSO di presentare:

1) una copia esatta delle domande che gli sono state fatte e delle risposte da lui fornite alle due prove preliminari a) e b), cui ha partecipato nell'ambito del concorso generale EPSO/AD/77/06 (GU C 277 A, pag. 1), per la predisposizione di una lista di riserva per l'assunzione nelle istituzioni europee di funzionari amministrativi di lingua greca con conoscenze linguistiche, grado AD 5, nel settore della traduzione, nonché

2) una copia esatta della lista delle risposte corrette alle suddette prove preliminari cui ha preso parte;

— condannare l'EPSO alle spese.

Motivi e principali argomenti

Il ricorrente afferma che il diniego dell'Ufficio europeo di selezione del personale (in prosieguo: l'«EPSO») di fornire una copia esatta delle domande che gli sono state fatte e delle risposte da lui fornite alle due prove preliminari a) e b) cui ha partecipato nell'ambito del concorso generale EPSO/AD/77/06 (GU C 277 A, pag. 1), nonché una copia esatta della lista delle risposte corrette alle suddette prove preliminari cui ha preso parte, costituisce una decisione ingiustificata e illegittima, poiché Ź contraria al diritto di accesso agli atti delle istituzioni comunitarie, di cui all'art. 255 CE e agli artt. 2 e 4 del regolamento (CE) n. 1049/2001 (1), presenta una notevole mancanza di chiarezza quanto alla sua motivazione e viola l'art. 253 CE. Parallelamente, secondo il ricorrente, il rifiuto dell'EPSO di fornire tali copie, viola i principi della trasparenza, della giusta amministrazione, della certezza del diritto e del legittimo affidamento dell'avente diritto.

 

NOTE                                    

(1) Regolamento (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio 30 maggio 2001, n. 1049, relativo all'accesso del pubblico ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione (GU L 145, pag. 43).