PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

COMMISSIONE DELLE COMUNITË EUROPEE

 

Posti vacanti di garante europeo della protezione dei dati e di garante aggiunto

COM/2008/1070

(Pubblicato sulla GUUE n. C 126 del 23.5.2008)

 

Contesto

I posti di garante europeo della protezione dei dati (garante) e di garante aggiunto sono previsti dal regolamento (CE) n. 45/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2000, concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonchŽ la libera circolazione di tali dati (1). Tale regolamento stabilisce una serie di principi a cui  soggetto il trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organi comunitari.

Istituisce inoltre unĠautoritˆ di controllo indipendente, denominata garante europeo della protezione dei dati.

Tale autoritˆ ha il compito di provvedere allĠapplicazione delle disposizioni del regolamento, il cui scopo  garantire che le istituzioni e gli organismi comunitari rispettino i diritti e le libertˆ fondamentali delle persone fisiche, segnatamente del diritto alla vita privata, riguardo al trattamento dei dati personali. Il garante  assistito da un garante aggiunto.

Nel bilancio generale dellĠUnione europea per il 2008  prevista una dotazione complessiva di 5,3 Mio EUR (1) per un totale di circa 30 dipendenti.

Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione hanno fissato di comune accordo lo statuto e le condizioni generali di esercizio delle funzioni di garante europeo della protezione dei dati e di garante aggiunto, in particolare la retribuzione, le indennitˆ ed ogni altro compenso sostitutivo, nella decisione n. 1247/2002/CE del 1o luglio 2002 (2), in virt della quale il garante  equiparato, da questo punto di vista, ad un giudice della Corte di giustizia delle Comunitˆ europee e il garante aggiunto  equiparato al cancelliere della Corte di giustizia.

Il garante europeo della protezione dei dati e il garante aggiunto hanno sede a Bruxelles.

La presente descrizione delle funzioni del garante europeo della protezione dei dati e del garante aggiunto si basa sul quadro normativo in vigore. Tali funzioni possono cambiare in caso di modifiche del quadro giuridico, in particolare in seguito alla possibile entrata in vigore del trattato di Lisbona.

 

Descrizione delle funzioni

Il garante europeo della protezione dei dati e il garante aggiunto sono incaricati di sorvegliare e provvedere all'applicazione del regolamento (CE) n. 45/2001 ed a tal fine assolvono agli obblighi previsti ed esercitano i poteri loro attribuiti da tale regolamento. Sono altres“ incaricati di fornire consulenza alle istituzioni e agli organismi comunitari, nonchŽ ai diretti interessati, in merito a qualsiasi questione relativa al trattamento dei dati personali.

In generale, il garante europeo della protezione dei dati ha il compito di garantire il rispetto dei diritti e delle libertˆ fondamentali delle persone fisiche, segnatamente del diritto alla vita privata, riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari. Deve sorvegliare e garantire lĠapplicazione del regolamento e di qualunque altro atto comunitario relativo alla tutela dei diritti e delle libertˆ fondamentali delle persone fisiche riguardo al trattamento dei dati personali da parte di un'istituzione o di un organismo comunitario.

Il garante aggiunto assiste il garante nell'esercizio delle sue funzioni e lo sostituisce in caso di assenza o impedimento.

I compiti del garante e del garante aggiunto sono i seguenti:

fornire consulenza alle istituzioni e agli organismi comunitari in ordine a qualsiasi argomento relativo al trattamento di dati personali e sorvegliare in particolare l'evoluzione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, se ed in quanto incidenti sulla protezione dei dati personali,

trattare i reclami e compiere i relativi accertamenti, e comunicarne l'esito agli interessati,

svolgere indagini di propria iniziativa o in seguito a un reclamo e comunicarne l'esito agli interessati,

partecipare a reti di autoritˆ di vigilanza: il garante collabora con le autoritˆ nazionali di controllo dellĠintero SEE in quanto ci˜ risulti necessario per l'adempimento dei rispettivi obblighi e partecipa alle attivitˆ del ÇGruppo per la tutela delle persone con riguardo al trattamento dei dati personaliÈ, istituito dall'articolo 29 della direttiva 95/46/CE (3); collabora altres“ con gli organi di controllo della protezione dei dati istituiti nel contesto della cooperazione di polizia e della cooperazione giudiziaria allĠinterno dellĠUnione, in particolare per rendere pi coerente l'applicazione delle norme e procedure che sono rispettivamente incaricati di fare osservare,

gestire le deroghe, le garanzie, le autorizzazioni e le condizioni per le operazioni di trattamento dei dati,

procedere alla registrazione e allĠesame preventivo dei trattamenti,

controllare il trasferimento di dati a destinatari, diversi dalle istituzioni e dagli organismi comunitari, che non sono soggetti alla direttiva 95/46/CE (che prevede un livello di tutela armonizzato allĠinterno dellĠUnione),

rappresentare lĠufficio nelle controversie dinanzi alla Corte di giustizia,

agire come autoritˆ di controllo per la protezione dei dati per il sistema ÇEurodacÈ (4), che assiste gli Stati membri nel determinare chi sia competente per l'esame di una domanda di asilo presentata in uno Stato membro, e facilitare inoltre l'applicazione della convenzione di Dublino; in particolare, accertare che il trattamento o l'uso dei dati non leda i diritti delle persone interessate e controllare la legalitˆ delle trasmissioni agli Stati membri di dati di carattere personale effettuate tramite l'unitˆ centrale,

agire come autoritˆ di controllo per la protezione dei dati nellĠambito del Sistema di informazione visti

(VIS) (5) e del Sistema d'informazione Schengen di seconda generazione (SIS II) (6).

 

Criteri di selezione

I candidati devono:

disporre di esperienza e competenze documentate per lo svolgimento delle funzioni di garante europeo della protezione dei dati, ad esempio il far parte o l'aver fatto parte dellĠautoritˆ di controllo di uno Stato membro responsabile di verificare lĠapplicazione della direttiva 95/46/CE relativa alla tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonchŽ alla libera circolazione di tali dati,

avere una conoscenza approfondita delle politiche comunitarie nel settore della protezione dei dati e unĠesperienza pratica nella valutazione della loro incidenza su cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche europei,

essere capaci di agire con la necessaria indipendenza,

possedere unĠesperienza effettiva nelle attivitˆ di comunicazione e messa in rete, allo scopo di rappresentare lĠufficio del garante europeo della protezione dei dati al massimo livello e di svilupparne le relazioni con le parti interessate nellĠambito delle istituzioni dellĠUE, degli Stati membri, dei paesi terzi e di altre organizzazioni internazionali.

Costituiscono titoli preferenziali:

unĠesperienza pratica riguardante lĠapplicazione e il rispetto delle norme in materia di protezione dei dati, preferibilmente acquisita in grandi organizzazioni del settore privato o pubblico,

la capacitˆ di sviluppare e comunicare una concezione, pensare in termini globali di sistemi e processi e proporre raccomandazioni concrete e soluzioni applicabili,

unĠesperienza di gestione ad alto livello e le competenze direttive necessarie per gestire un gruppo altamente specializzato di esperti in materia di protezione dei dati e il relativo bilancio, nonchŽ unĠampia varietˆ di interessati,

una buona conoscenza dellĠinglese o del francese, necessaria per le esigenze di comunicazione interna e interistituzionale.

 

Criteri di ammissione:

1. essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione europea;

2. possedere un diploma universitario che consenta di compiere studi postuniversitari;

3. avere unĠesperienza professionale di almeno 15 anni successiva alla data in cui si  ottenuto il diploma di cui al punto 2; lĠesperienza devĠessere adeguata al livello di tale diploma; almeno cinque anni di tale esperienza devono essere stati acquisiti a livello d'inquadramento superiore (7);

4. possedere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell'Unione europea (lingua principale) e una conoscenza soddisfacente di una seconda di queste lingue (seconda lingua). Il candidato deve indicare nella candidatura quale sia la sua lingua principale e quale la sua seconda lingua.

 

Politica di assunzione

LĠUnione europea applica una politica di pari opportunitˆ.

 

Procedura di nomina

Il Parlamento europeo e il Consiglio nominano di comune accordo il garante europeo della protezione dei dati e il garante aggiunto, per un periodo di cinque anni, in base ad un elenco predisposto dalla Commissione dopo un invito pubblico a presentare candidature.

I candidati sono invitati a presentare la loro candidatura, corredata di un curriculum vitae dettagliato e di una lettera di motivazione, ognuno dei quali non superiore a quattro pagine dattiloscritte, e di fotocopie della documentazione giustificativa. Se non  stato indicato diversamente dal candidato, ogni candidatura sarˆ considerata relativa sia al posto di garante europeo della protezione dei dati che a quello di garante aggiunto.

Ogni candidatura sarˆ esaminata nel quadro delle procedure per la nomina dei due posti. LĠelenco dei candidati  pubblico.

Alcune parti della procedura di selezione saranno svolte in una delle lingue di lavoro della Commissione (FR- DE-EN).

La data limite per la consegna delle candidature  il 24 giugno 2008.

Contatti: Renaud Denuit, renaud.denuit@ec.europa.eu

Indirizzo per le domande:

Le candidature devono essere inviate per e-mail ai seguenti indirizzi:

http://ec.europa.eu/dgs/personnel_administration/working_senior_mgt_edps_en.htm

http://ec.europa.eu/dgs/personnel_administration/working_senior_mgt_edps_fr.htm

http://ec.europa.eu/dgs/personnel_administration/working_senior_mgt_edps_de.htm

Il termine ultimo per lĠiscrizione  fissato al 24 giugno 2008. Le iscrizioni in rete saranno chiuse alle ore 12.00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

 

NOTE                                     

(1) GU L 8 del 12.1.2001, pag. 1.

(2) GU L 183 del 12.7.2002, pag. 1.

(3) GU L 281 del 23.11.1995, pag. 31.

(4) Regolamento (CE) n. 2725/2000 del Consiglio, dell'11 dicembre 2000, (GU L 316 del 12.1.2001, pag. 1).

(5) Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente il sistema di informazione visti (VIS) e lo scambio di dati tra Stati membri sui visti per soggiorni di breve durata [COM(2004) 835 def.].

(6) Proposta di decisione del Consiglio sullĠistituzione, lĠesercizio e lĠuso del sistema dĠinformazione Schengen di seconda generazione (SIS II) [COM(2005) 230 def.].

(7) Nei loro CV i candidati devono indicare, almeno per questi cinque anni nei quali hanno acquisito unĠesperienza a livello dĠinquadramento superiore: (1) titolo e funzioni inerenti al ruolo direttivo svolto, (2) numero di persone dirette, (3) dimensioni del bilancio gestito, (4) numero di livelli gerarchici superiori e inferiori e numero di pari grado.